domenica , Settembre 22 2019
Home / Comunicazione / Bandi & Opportunità / Digitalizzazione dei finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione delle imprese.

Digitalizzazione dei finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione delle imprese.

Inviare le domande di finanziamento da oggi è più facile grazie al processo di digitalizzazione della procedura per l’accesso ai finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione delle imprese.  Infatti è da poco possibile inviare direttamente via PEC le domande per i finanziamenti agevolati, che le imprese possono chiedere ad esempio per interventi all’interno di programmi di inserimento sui mercati esteri, riservato alle imprese che vogliono lanciare nuovi prodotti o servizi in paesi extra UE oppure acquisire nuovi mercati per prodotti o servizi già esistenti. L’obiettivo del finanziamento mercato estero è atto ad agevolare il lancio e la diffusione di nuovi prodotti e servizi a marchio italiano ovvero l’acquisizione di nuovi mercati per prodotti e servizi già esistenti, attraverso l’utilizzo di strutture permanenti. Possono beneficiarne tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o aggregata, comprese quelle a partecipazione giovanile o a partecipazione femminile. Le iniziative finanziabili riguardano i programmi di investimento per la realizzazione di stabili strutture quali uffici, show room, magazzini, un solo negozio o corner. Sono ammessi tutti i Paesi extra UE. Ciascuna domanda di finanziamento deve riguardare un programma che deve essere realizzato in un solo Paese di destinazione e massimo due Paesi di proiezione situati nella stessa area geografica, dove sostenere esclusivamente spese promozionali. Fermi restando i suddetti limiti, l’impresa può presentare più domande di finanziamento. I prodotti ammessi al programma sono tutti beni e/o servizi prodotti in Italia; beni e/o servizi non prodotti in Italia ma comunque distribuiti con il marchio di imprese italiane. L’impresa presenterà la richiesta di finanziamento via PEC con firma digitale del legale rappresentante. Al termine dell’istruttoria, la richiesta di finanziamento è sottoposta al Comitato Agevolazioni, sulla base di un criterio cronologico, entro 90 giorni dalla data di presentazione della domanda. Il finanziamento può coprire fino ad un massimo dell”85% dell”importo delle spese indicate nella scheda programma, nei limiti di quanto consentito dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis“.

Check Also

formazione

Pa: Inps e Sna insieme per la formazione

Con la pubblicazione degli avvisi per la Ricerca di master universitari di I e di II …