martedì , Agosto 9 2022
Home / Comunicazione / Concorrenza: cosa cambia per farmaci, rc auto e bollette

Concorrenza: cosa cambia per farmaci, rc auto e bollette

concorrenza

Scattano da oggi, 29 agosto, le nuove norme sulla concorrenza dopo l’ok definitivo dal Senato a inizio mese. Un decreto approvato a due anni dalla sua nascita e dopo vari stop and go. Temi centrali energia, assicurazioni, professioni, comunicazioni, ambiente, trasporti, turismo, poste, banche e farmacie. Ma vediamo nello specifico cosa cambia.

FINE DEL MERCATO TUTELATO ENERGIA: Da luglio 2019 arriva lo stop ufficiale del mercato tutelato dell’energia elettrica e del gas insieme al monopolio di Poste sull’invio di multe e notifiche, previsto per settembre 2017. È saltato il meccanismo delle aste per gli utenti che non scelgono il loro fornitore alla scadenza del regime di maggior tutela.

SCONTI RC AUTO: Sconti in arrivo per chi installa la scatola nera e per i “virtuosi” che non causano incidenti da 4 anni pur vivendo nelle province a più alto tasso di sinistri stradali. Entro un anno dall’entrata in vigore della norma, il governo è delegato ad adottare un decreto sull’obbligo di installazione della scatola nera. Per il risarcimento danni non patrimoniali da sinistri stradali si userà la tabella unica del Tribunale di Milano.

NESSUNA MODIFICA A SOCIETA’ INGEGNERI E AVVOCATI: Le prime restano fuori dal controllo dell’Ordine, le seconde continuano a dover avere fra i soci, per almeno due terzi del capitale sociale, avvocati iscritti all’albo.

NOTAI IN AUMENTO: Tra le principali misure che toccano i professionisti c’è l’aumento del numero dei notai, che sale a uno ogni 5mila abitanti (oggi sono uno ogni 7mila abitanti). Resta necessario ricorrere al notaio per le Srl semplificate.

FARMACI E FARMACIE: Sulle farmacie viene introdotta la possibilità per le società di capitali di controllare le farmacie ma dovranno rispettare un tetto del 20% su base regionale. I farmaci di Fascia C continuano a essere venduti solo in farmacia.

DISDETTA CONTRATTI TELEFONICI E TELEVISIVI: Arriva la possibilità di recedere o cambiare gestore con “modalità telematiche” e con le “medesime forme” dell’attivazione e dell’adesione. Sulla telefonia aumentano le multe per le compagnie che non rispettano le norme a tutela dei consumatori. Si potrà anche usare il credito delle Sim ricaricabili per comprare biglietti per mostre, musei, concerti e partite.

OK A NORMA PRO ALBERGATORI: la norma ‘Booking’ vieta il ‘parity rate’. Questo significa che gli albergatori potranno praticare prezzi e condizioni migliori rispetto a quelli offerti da intermediari terzi, anche online.

SCOMPARSA NORMA ANTI-SCORRERIE: Grande assente – più volte annunciata e poi scomparsa – è la norma anti-scorrerie volta alla tutela delle società quotate italiane. “E’ pronta, deve trovare il veicolo giusto” aveva garantito lo scorso maggio il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, ma ancora non se ne hanno notizie. Anche la norma ‘Salva-Flixbus’ (contro lo stop alla società tedesca di trasporti su autobus low cost) che doveva passare prima per il ddl Concorrenza e poi per la manovrina è alla fine confluita nel Dl Sud.

Check Also

Dl Aiuti bis: tutte le misure approvate

Foto: governo.it Approvato ieri giovedì 4 agosto durante la seduta del Consiglio dei ministri, il …