domenica , Giugno 16 2024
Home / Comunicazione / Primo piano / Carta “Dedicata a te”: da settembre sale a 500 euro

Carta “Dedicata a te”: da settembre sale a 500 euro

carta dedicata a te

Passerà da 460 a 500 euro l’importo disponibile della carta “Dedicata a te” da poter spendere per l’acquisto di genero di prima necessità, alimentari, carburanti, abbonamenti del trasporto pubblico locale.

All’innalzamento del plafond si accompagna anche l’allargamento della platea dei beneficiari che prevede l’assegnazione di 330mila carte in più che saranno operative a partire da settembre 2024.

“È un piccolo ma decisivo aiuto ulteriore per le famiglie più fragili ed esposte all’inflazione, un’iniziativa che il governo ha deciso di confermare e rifinanziare anche aggiungendo maggiori risorse” ha dichiarato la premier Giorgia Meloni in un videomessaggio diffuso giovedì 6 giugno 2024 in contemporanea alla conferenza stampa di presentazione della misura di sostegno.

“Questa carta ci consente anche di ottenere un altro scopo, che è sostenere le filiere produttive italiane” ha ulteriormente spiegato il presidente del Consiglio.

La misura, introdotta nel 2023 dal governo Meloni, è stata riconfermata nella legge di bilancio 2024 facendo salire le risorse complessivamente dedicate nel biennio a 1,2 miliardi di euro. Oltre all’aumento dell’ammontare della singola card, che sale da 459,70 a 500 euro, cresce anche il numero complessivo delle carte assegnabili, da 1.300.000 a 1.330.000.

Nel 2023 ne hanno beneficiato oltre 1,2 milioni di famiglie. Secondo le stime, il 96% delle risorse sono state spese in generi alimentari, mentre il 4% per carburanti e trasporto pubblico.

Il decreto firmato il 4 giugno, che dà avvio alla misura, è del ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, di concerto con il ministro delle Imprese e del Made in Italy, il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali e il ministro dell’Economia e delle Finanze. Sono coinvolti nell’attuazione Poste Italiane, Inps, Anci e Comuni. A partire da settembre i beneficiari avranno la disponibilità della carta, che potrà essere utilizzata presso gli esercizi commerciali che vendono generi alimentari e per l’acquisto di carburanti, o in alternativa abbonamenti per il trasporto pubblico. Ampliata anche la lista di prodotti acquistabili rispetto al 2023, includendo anche prodotti Dop e Igp, ortaggi surgelati, prodotti da forno surgelati, tonno e carne in scatola.

“Un intervento massiccio contro il disagio sociale – ha spiegato il ministro Lollobrigida, sottolineando che – l’anno scorso abbiamo avuto dati positivi, quindi abbiamo implementato i fondi, i beneficiari e le risorse per le singole persone che riceveranno la card”.

I criteri di individuazione dei beneficiari rimangono invariati: nuclei familiari residenti in Italia, di almeno tre persone e con Isee inferiore a 15mila euro, privi di altri contributi di inclusione sociale o sostegno alla povertà. Saranno i Comuni a dare comunicazione alle famiglie individuate, in base alla verifica degli elenchi dell’Inps, informando sulle modalità di ritiro delle carte presso gli uffici postali.

Check Also

Occupazione, nel primo trimestre 2024 75mila nuove unità

Nel primo trimestre 2024 gli occupati sono aumentati di 75 mila nuove unità (più 0,3 …