martedì , Giugno 25 2019
Home / Comunicazione / Primo piano / I Giovani di Confindustria “strigliano” il governo

I Giovani di Confindustria “strigliano” il governo

Anche i Giovani imprenditori di Confindustria, riuniti a Rapallo per uno degli annuali convegni, sono critici con il governo, in particolare per gli atteggiamenti di sfida verso la Commissione europea. “Non vogliamo che l’Italia ingaggi una guerra di posizione con le istituzioni europee – è la chiara posizione espressa da Alessio Rossi, presidente dei “giovani leoni” di Confindustria. “In caso di apertura della procedura di infrazione, l’Italia potrebbe finire in panchina – avverte Rossi. E incalza: “Dobbiamo avere un chiodo fisso: dimostrare affidabilità ed essere credibili prendendo impegni precisi”. Ancora: “L’unico modo per riformare l’Ue è starci dentro da protagonisti”.

I Giovani di Confindustria spiegano che la pazienza è finita. “Da anni facciamo proposte, ci siamo rivolti a tutti i governi. Stavolta non c’è più niente da aggiungere. Non è che non abbiamo niente da dire, non sappiamo a chi dirlo, perché davanti a noi ci sono solo campagne elettorali interminabili e mai un confronto serio – è la dura presa di posizione di Rossi, che indica la via del dialogo quale unica soluzione.

I Giovani imprenditori bocciano senza appello anche i minibot. “Pensare che il problema del debito pubblico sia risolvibile con i minibot è come provarci con i soldi del Monopoli – ha aggiunto il presidente nelle tesi al 49mo convegno a Rapallo.

Rossi denuncia la scarsa reattività del governo. “Torniamo per un attimo ad un anno fa: 1 giugno 2018, giuramento del governo Conte. Una settimana dopo, il nostro convegno qui a Rapallo. Allora chiedevamo al Parlamento più giovane della storia repubblicana di saldare un’alleanza con le imprese giovani. Un anno dopo, ancora niente alleanza e niente per i giovani. Solo crescita ingessata”.

Rossi ha criticato duramente anche “quota 100”, spiegando che “ci sta tornando indietro come un boomerang, perché la Commissione europea l’ha messa all’indice. Ma il problema vero è che questa misura genera un paradosso: in uno dei Paesi più vecchi d’Europa non si può avere un sistema pensionistico insostenibile”.

Fino a sabato 8 giugno, Rapallo ospiterà il 49° convegno dei Giovani imprenditori di Confindustria presso l’Excelsior Palace Hotel. Quest’anno il tema della kermesse è “Globali – Economia delle connessioni”.

Il programma prevede, tra gli altri, le partecipazioni di Donato Iacovone (Managing Partner Italia, Spagna e Portogallo Ey), Maurizio Gentile (Amministratore delegato Rfi), Andrea Incondi (Managing director FixBus Italia), Domenico Tudini (Amministratore delegato Infratel Italia), Augusto Cosulich (amministratore delegato Fratelli Cosulich), Beniamino Quinteri (Presidente Sace), Ugo Salerno (Amministratore delegato Rina), Paolo Emilio Signorini (Presidente Adsp Mar Ligure Occidentale).

Federico Rampini, corrispondente negli Usa della Repubblica, sul tema di un mondo senza confini se la vede con Lavinia Biagiotti Cigna (Presidente Biagiotti Group), Francesco Gianni (Fouding Partener Gianni, Origoni, Grippo Cappelli & Partners), Chiara Murzi (Vice Presidente Acqua dell’Elba) e Alberto Peretto (presidente 120% Lino).

L’incontro su “Imprese globali: istruzioni per crescere” vede protagonisti Oreste Accornero (Amministratore delegato Rototech), Roberto Crapelli (Managing partner Quadrivio Group), Guido Petraroli (Managing Partner Led Taxan). Quindi Fabio Tamburini, direttore del Sole 24 ore, con l’intervista a Massimo Antonio Doris (Amministratore Delegato Banca Mediolanum).

Oltre alle presenze di Fabrizio Palermo (Amministratore delegato Cdp), Lorena Della Giovanna (Country Managrr Italy Hitachi Group), Claudio Andrea Gemme (Presidente Anas), Massimo Mazzocchini (Amministratore Delegato Nokia Italia), Giampiero Massolo (Presidente Fincantieri) sulle connessioni e di Francesco Vestito (Comandante Cioc), Gianni Cuozzo (Chef Executive Officer Exein), Alessio Dalla Piazza (Chief Tecchnology Officer Cys4), Andrea Parisi (Amministratore delegato Aon) ed Eugenio Santagata (Amministratore delegato Cy4gate) sulle reti, tra i protagonisti istituzionali sono previsti Alberto Cirio (Presidente Regione Piemonte), Vincenzo De Luca (Presidente Regione Campania), Attilio Fontana (Presidente Regione Lombardia) e Giancarlo Giorgetti (Sottosegretario Presidenza Consiglio dei Ministri).

Check Also

StartCup Lombardia: al via l’edizione 2019

Ai blocchi di partenza l’edizione 2019 di StartCup Lombardia, la competizione organizzata dalle Università e dagli …