domenica , Settembre 25 2022
Home / Comunicazione / Primo piano / Il futuro dell’olio di Calabria a “Sol & Agrofood”

Il futuro dell’olio di Calabria a “Sol & Agrofood”

Dal 10 al 13 aprile Verona diventa crocevia di italianità, delineando le prossime tendenze del settore food&beverage: in parallelo alla manifestazione internazionale dedicata al vino, infatti, nella città scaligera si svolge Sol&Agrifood, la fiera btob dell’eccellenza agroalimentare.

È proprio in questo contesto che, lunedì 11 aprile alle ore 12:00 presso lo Stand Regione Calabria, il Consorzio di Tutela e Valorizzazione Olio di Calabria IGP organizza un incontro – moderato dal giornalista Claudio Brachino – dove Massimino Magliocchi, presidente Consorzio Olio di Calabria IGP, Carmelo Fabbricatore, presidente Unione Regionale Cuochi Calabria, Francesco Vaia, direttore generale dell’Istituto Spallanzani, Gianluca Gallo, assessore all’Agricoltura Regione Calabria, Fulvia Michela Caligiuri, senatrice membro della Commissione Agricoltura, e Paolo De Castro, deputato del Parlamento europeo, accendono i riflettori su un altro prodotto che rappresenta l’italianità nel mondo ed è alla base della dieta Mediterranea: l’olio extravergine di oliva

IL CONSORZIO OLIO DI CALABRIA IGP 

Nato con l’intento di tutelare e valorizzare il marchio IGP Olio di Calabria e di tutto quello che rappresenta in termini di tradizione e territorio, il Consorzio identifica nella cultura del mangiar sano e bene, con l’uso dell’olio extravergine di oliva di qualità come condimento, uno dei suoi asset principali.

L’adesione al Consorzio, tramite una scelta consapevole del produttore verso un percorso sfidante per ottenere il marchio IGP, garantisce l’offerta di un prodotto che corrisponde a determinati elementi di tipicità ed eccezionalità legati all’olio di oliva calabrese. Se da un lato questo traguardo funge da tutela nei confronti del consumatore finale, dall’altro rappresenta un importante vantaggio competitivo, da vantare anche oltre i confini nazionali.

Il marchio IGP è infatti un certificato di eccellenza riconosciuto a livello internazionale che assicura la genuinità e l’autenticità dei prodotti, aumentando il proprio richiamo sul mercato estero dove da sempre il made in Italy è simbolo di unicità, passione e qualità

NUOVO LOGO, TRADIZIONE MILLENARIA

L’incontro di lunedì 11 è inoltre l’occasione per presentare il nuovo logo del Consorzio, per il quale nelle prossime settimane si avvierà l’iter per l’approvazione da parte del MIPAAF – Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Sviluppato a partire dal contorno della Calabria, il logo appare come un segno grafico che, unito a quello del profilo di un ulivo, evoca la tradizione millenaria della coltura di oliva in Calabria, legata alla peculiarità della sua conformazione territoriale, e il prestigio dell’”oro verde”, attraverso l’uso del colore che richiama appunto quello dell’olio d’oliva. Le cinque linee che compongono il tronco dell’ulivo conducono alle cinque province della Regione (Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia), sulle quali si posa una chioma fatta di rami, di foglie e di frutti, espressione dei tratti di unicità dell’olivicoltura calabrese e fil rouge del concept che si ritrova nel payoff “Calabrese in ogni goccia”.

La promozione del marchio IGP passa anche dalla collaborazione: fare sistema attraverso partnership che coinvolgono attori del territorio è uno degli obiettivi del Consorzio che ha scelto Verona per siglare un importante accordo con Federazione Italiana Cuochi Regione Calabria.
Scopo della convenzione è quello di instaurare un rapporto sinergico che prevede l’impegno da parte della Federazione di utilizzare e promuovere presso i propri associati l’Olio Extravergine di Oliva Olio di Calabria IGP e da parte del Consorzio di organizzare corsi di formazione e attività dimostrative sulle qualità dell’Olio di Oliva di Calabria IGP.

Al termine dell’incontro dell’11 aprile è previsto anche uno show cooking a cura dell’Unione Regionale Cuochi Calabria dove i presenti possono degustare piatti della tradizione che esaltano le peculiarità dell’olio di Calabria IGP.

Check Also

Ricerca della Fondazione Agnelli: sulla scuola tanti luoghi comuni

Quanto e come si spende per la scuola in Italia? È la domanda centrale della …