venerdì , Luglio 19 2024
Home / Comunicazione / Primo piano / Napoli, nasce “Think local Campania”

Napoli, nasce “Think local Campania”

È stato presentato presso la sede Unione Industriali Napoli, il primo progetto europeo di innovazione sociale per la valorizzazione territoriale di una pubblica amministrazione, “Think Local Campania” realizzata dal Think Thank “Eroi normali”.

Sono intervenuti: Felice Casucci, assessore al Turismo della Regione Campania, Maurizio Manfellotto, presidente dell’Unione Industriali Napoli, Sergio Maione, presidente Sezione Turismo Uin e Massimiliano Molese, presidente Think Thank “Eroi normali”. Il dibattito è stato moderato da Rosanna Romano, direttore generale per le Politiche culturali e il Turismo della Regione Campania. 

IL PROGETTO. Gli imprenditori sono chiamati a restituire al proprio territorio quel senso di appartenenza, di cura, di vanto che spesso diventa un claim pubblicitario attraverso il proprio prodotto che verrà accompagnato da un’immagine o una frase che riporta i valori della comunità: il territorio, i siti culturali, la tradizione. Per preservare questo immenso patrimonio è necessario che i privati non se ne facciano solo attori e fruitori, ma anche orgogliosi custodi, protagonisti con un piccolo gesto orgoglioso di un contributo incommensurabile: la più grande campagna di identità e appartenenza territoriale. Per questo le Istituzioni – il presidente della Regione attraverso l’assessorato al Turismo -, insieme all’Unione Industriali Napoli e con la partecipazione attiva dei direttori dei musei regionali e nazionali, lanciano l’appello alle imprese attraverso un protocollo di intesa.

Le imprese che vorranno aderire al progetto, chiedendo l’inserimento alla Regione Campania in un’apposita lista, riporteranno fisicamente sul proprio prodotto un QRcode, disegnato per celebrare la Campania. Ogni prodotto venduto nel mondo, negli store fisici o digitali, attraverso questo QRcode diverrà una cartolina di ingaggio, rendendosi portavoce di un messaggio pubblicitario per invogliare i turisti a visitare la nostra Regione, creando quindi nella scelta dell’acquirente anche un riconoscimento a questo senso di appartenenza e di orgoglio.

La Regione Campania realizzerà una pagina web dedicata dove l’utente verrà indirizzato attraverso il QRcode: potrà essere quindi stimolato l’incoming turistico attraverso la navigazione su piattaforme regionali realizzate ad hoc o direttamente sui siti culturali della Regione.

Non ultimo, questo progetto di innovazione sociale ideato e donato dal Think Thank “Eroi normali” sarà il primo in Europa anche ad avere un “Non-fungible token” (NFT) di proprietà di una pubblica amministrazione, infatti il QRCode sarà registrato e donato al presidente Vincenzo De Luca.

Sarà come inviare delle cartoline di ingaggio turistico attraverso un codice dal profondo senso etico, come ha ribadito l’assessore regionale al Turismo Felice Casucci: “Innovare in questo momento è fondamentale. Non basta un profondo cambiamento tecnologico, occorre anche una nuova mentalità per superare l’abitudine a comportamenti convenzionali e affermare le più vaste risorse etiche legate all’economia del dono come scelta imprenditoriale che sposa il territorio, la cultura, la partecipazione civica”.

Nel progetto Think Local Campania l’imprenditore diventa l’Ambassador del proprio territorio.

“Le imprese – sottolinea il presidente di Unione Industriali Napoli, Maurizio Manfellotto – contribuiranno alla valorizzazione del loro territorio attraverso un marketing qualificato, nobile, scevro da interessi immediati, ma forse proprio per questo più efficace. Con la ripresa economica Napoli e il Sud, dovranno molto meglio cogliere le potenzialità del turismo, così come avranno da consolidare e ampliare una base produttiva che in alcune regioni propone già diverse realtà di eccellenza e filiere tradizionali e innovative con grandi margini di espansione”.

L’iniziativa prenderà ufficialmente il via il prossimo 14 febbraio, nel giorno di San Valentino, come un ideale gesto d’amore nei confronti della collettività, producendo un potenziale di milioni di turisti a costo zero, facendo leva sull’orgogliosa rappresentazione del proprio territorio.

“La qualità e l’esclusività delle produzioni locali – dichiara il presidente della Sezione Turismo di Unione Industriali Napoli, Sergio Maione – costituiscono uno dei fattori di riconoscibilità e di successo del nostro territorio. Il moderno turismo deve essere attento a coniugare la visione di bellezze paesaggistiche, testimonianze storiche, artistiche e archeologiche con il piacere della cucina, l’attenzione al prodotto moda, la scoperta di itinerari meno conosciuti quanto suggestivi.”

“Abbiamo realizzato questo progetto – spiega Massimiliano Molese nel pieno spirito del nostro think tank, mettere in campo gratuitamente professionalità private, attinte dalla nostra “banca delle ore”, per costruire e donare progetti che possano creare un reale cambiamento e valore per la collettività. Il tutto rompendo uno schema oramai imbolsito ed inefficace del modello pubblico/privato: dove il privato debba sempre elargire capitali ed il pubblico sia sempre inadatto all’utilizzo. Dopo gli effetti devastanti della pandemia l’unica possibilità di ripartenza è che pubblico e privato lo facciano insieme mettendo ognuno a disposizione dell’altro il proprio miglior valore. Think Local Campania non è solo una campagna di comunicazione innovativa a costo zero, ma un orgoglioso senso di appartenenza e difesa di un territorio che quotidianamente accompagna la vita personale e professionale di ciascuno di noi: la bellezza genera bellezza.”

Check Also

Istat, sui livelli di istruzione incide il titolo di studio dei genitori

Il livello di studio dei genitori resta fondamentale nel definire il percorso di studi dei …

 

Si avvisa che gli uffici Unsic della sede nazionale rimarranno chiusi per la pausa estiva dal 12 agosto al 30 agosto 2024.

 

Le attività riprenderanno regolarmente lunedì 2 settembre 2024.