lunedì , Gennaio 17 2022
Home / Comunicazione / Primo piano / Occupazione: previste a gennaio circa 458mila assunzioni

Occupazione: previste a gennaio circa 458mila assunzioni

occupazione

Gennaio sarà il mese dell’occupazione. Con poco meno di 458mila di contratti programmati dalle imprese, le nuove assunzioni saliranno a circa 1,2 milioni nel trimestre gennaio-marzo.

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si registra un incremento delle entrate previste (+112mila su gennaio 2021 e +265mila in confronto al trimestre gennaio-marzo 2021).

Positivo anche il confronto rispetto a dicembre 2021, con 104mila contratti in più (+29,4%), per tutti i settori economici tranne che per il turismo dove pesano le crescenti incertezze legate all’andamento dell’epidemia nelle ultime settimane.

Questi sono i dati emersi dal Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal.

Le figure più difficili da reperire, come evidenzia il Borsino Excelsior delle professioni, sono:

  • i tecnici informatici, telematici e delle telecomunicazioni (68,1%),
  • gli attrezzisti, operai e artigiani del trattamento del legno (67,9%),
  • i fonditori, saldatori, montatori carpenteria metallica (62,4%),
  • gli artigiani e operai specializzati addetti alle rifiniture delle costruzioni (62,3%)
  • gli specialisti in scienze matematiche, informatiche, chimiche, fisiche e naturali (61,9%). 

A gennaio sono 73mila i contratti proposti a lavoratori immigrati, pari al 16% del totale entrate programmate.

Cresce di 27mila unità la richiesta di immigrati rispetto allo scorso anno (+59,1%), quando gli ingressi programmati sono stati circa 46mila, con un incremento di circa 11 punti percentuali anche della difficoltà di reperimento (47,0% rispetto al 36,3% di 12 mesi fa).

Servizi operativi e di supporto alle imprese, servizi alle persone, trasporto e logistica rappresentano i settori terziari a maggiore domanda di lavoratori immigrati (ciascuno con circa 11mila entrate previste).

Per quanto riguarda l’industria spiccano le costruzioni e le industrie metallurgiche (rispettivamente con circa 8mila e 5mila entrate programmate).

Fonte: Anpal

Check Also

Calabria, nasce la rete dei musei di impresa

Si chiama “SudHeritage”, con riferimento al celebre museo russo. E si propone dunque come interlocutrice …