venerdì , Aprile 12 2024
Home / Archivio notizie / Acquicoltura, bando della Regione Sicilia

Acquicoltura, bando della Regione Sicilia

 

Il Dipartimento Pesca della Regione Siciliana ha lanciato un bando per il sostegno agli investimenti produttivi nel settore dell’acquacoltura (misura 2.48 ). La misura, finanziata con risorse comunitarie del Fondo Europeo per le Attività Marittime e la Pesca ( FEAMP), mira a stimolare la crescita del comparto dell’ acquacoltura , puntando all’innovazione produttiva , alla sostenibilità ambientale. Il sostegno può essere concesso per l’incremento della produzione e/o per l’ammodernamento delle imprese acquicole esistenti o per la costruzione di nuove imprese acquicole, nell’ambito delle previsioni generali del piano strategico nazionale per l’acquacoltura. Il bando si articola in tre sottomisure. La Sottomisura 1 è relativa al sostegno ai nuovi investimenti produttivi, ampliamento e ammodernamento di quelli esistenti (nuove realizzazioni, potenziamento strutture, diversificazione produttiva, innovazione di processo e di prodotto ed incremento del valore aggiunto, recupero stagni e lagune, attività complementari nel settore dello sport e dell’educazione). La Sottomisura 2 è specificamente indirizzata agli interventi per la sostenibilità ambientale (multitrofismo, allevamento a circuito chiuso, riduzione utilizzo acque). La sottomisura 3, infine, sostiene il miglioramento dell’efficienza energetica ed il ricorso a fonti rinnovabili. Beneficiarie potenziali di tutte le azioni sono le imprese operanti nel settore (piccole e medie imprese e microimprese), anche di nuova costituzione. Per ciascuna sottomisura sono previste diverse soglie massime per l’ammissibilità dei progetti, fermo restando che l’entità del contributo comunitario FEAMP non potrà superare il 50% dei costi ammissibili per ogni intervento. Le proposte progettuali, corredate della prescritta documentazione, dovranno essere trasmesse via raccomandata A/R ai competenti Uffici territoriali del Dipartimento regionale Pesca entro il 19 dicembre 2016.

Check Also

chips

Chips: dall’Ue arriva l’ok alla Linea pilota di Catania

Un progetto che vale circa 360 milioni di euro per il rafforzamento della leadership italiana sui …