domenica , Agosto 7 2022
Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Sorsi pluripremiati: dall’Abruzzo i vini Fantini

Sorsi pluripremiati: dall’Abruzzo i vini Fantini

Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione. Così Ovidio. Di certo il legame tra l’amore e il frutto magico dell’arte enologica è nei fatti, non solo in poesia: il vino scalda le passioni, inebria gli innamorati, dà felicemente alla testa quanto e più di un colpo di fulmine…

“L’amore tuo diffonde il suo vigore in tutto il mio essere, come un vino”, conferma Verlaine. Il binomio è ribadito dalla storia dell’arte, Bacco, Venere e Amore è un dipinto a olio su tela attribuito a Rosso Fiorentino: che trittico perfetto! D’altra parte, che il greco Dioniso abbia più potere dello stesso Cupido in fatti di cuore, l’aveva confermato più prosaicamente, anni fa, anche una ricerca specifica, “ti perdono (quasi) tutto, ma guai se sbagli vino” era in sintesi il pensiero emerso dalle interviste effettuate a 1.100 donne, per sette ogni dieci delle quali il potenziale fidanzato non avrebbe avuto speranze se avesse sbagliato etichetta.

E allora: per non sbagliare etichetta soprattutto in vista del prossimo San Valentino, occorre pensare a bottiglie bellissime da vedere, eleganti da versare, eccellenti da degustare. Come sono quelle, illustri e pluripremiate, denominate Edizione e prodotte dall’abruzzese Vini Fantini.

C’è la versione Edizione Bianco, blend da uve Pecorino, Fiano e Grillo selezionate da vigneti vocati in Abruzzo, Basilicata e Sicilia (le uve vengono raccolte a mano a perfetta maturazione e vinificate separatamente per rispettare al meglio le peculiarità delle singole varietà): bouquet complesso con note esotiche e accattivanti, fruttate di mango, papaia, lime e pompelmo rosso, abbinate a sentori di erbe aromatiche come citronella, melissa, menta e tè verde. Un bianco di lunga persistenza, ricco di sfumature.

Però, certo, il colore dell’amore è il rosso: ed ecco quindi Edizione Cinque Autoctoni, un fiore all’occhiello dell’enologia italiana nel mondo: “In questo vino c’è tutto! Il calore, i profumi, i sapori del Sud Italia… Millenni di tradizione vitivinicola”, così lo ha descritto Hugh Johnson, il più famoso eno-giornalista del mondo. Aveva ragione: in questo anno Edizione Cinque Autoctoni di Fantini Vini ha fatto incetta di premi e riconoscimenti: più di 30 medaglie d’oro, tantissimi trofei, svariate volte il titolo di “Miglior Vino Rosso d’Italia”.

Si tratta di un grande rosso da uve Montepulciano, Primitivo, Negroamaro, Sangiovese e Malvasia Rossa prodotte tra Abruzzo e Puglia. Gioca le proprie carte sull’armonia e l’eleganza, caratteristiche indispensabili per un appuntamento romantico a San Valentino: il calice si colora di un cupo ma luminoso rubino, profumi intensi e persistenti, con note fruttate di mora e ciliegia, arricchita da note di erbe aromatiche, cannella, chiodi di garofano, cacao, liquirizia e un intrigante tocco minerale. Il tannino è morbido, proprio come le labbra in un bacio.

(fonte foto: Paola Pontarollo)

Check Also

L’olio dell’ing. Matarazzo, l’eccellenza del Cilento

Piero Matarazzo Immersi nel Cilento, uno dei tanti meravigliosi lembi del nostro Mezzogiorno. Provincia di …