mercoledì , Luglio 24 2024
Home / Comunicazione / Bandi & Opportunità / Liguria, bando per lo sviluppo di competenze specialistiche per le MPMI

Liguria, bando per lo sviluppo di competenze specialistiche per le MPMI

azienda, competenze

Riparte il bando “Supporto allo sviluppo di competenze specialistiche per la transizione industriale, la specializzazione intelligente e l’imprenditorialità” del Pr Fesr Liguria 2021-2027.

Cofinanziato dal Fesr (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale), il programma mira allo sviluppo e al consolidamento della competitività e dell’attrattività del sistema ligure, con particolare riferimento a innovazione, digitalizzazione e rafforzamento degli investimenti.

La Regione Liguria intende così rispondere alla crescente esigenza proveniente dalle imprese del territorio di supportare:

  • La creazione di profili altamente qualificati ed innovativi;
  • La creazione e lo sviluppo di competenze imprenditoriali, digitali e green;
  • L’introduzione di nuove professionalità ad alta specializzazione scientifica ed altre figure professionali nelle micro e PMI che le agevolino nell’acquisire, nell’utilizzare e nello sfruttare a pieno le potenzialità delle nuove tecnologie, anche in ambito di intelligenza artificiale.

Con una dotazione complessiva pari a un milione di euro, prevede un contributo a fondo perduto fino al 90 per cento delle spese e con un’agevolazione massima di 40.000 euro.

Il bando è rivolto a micro, piccole e medie imprese, in forma singola o associata, comprese le reti di imprese, operanti negli ambiti di attività delle 3 macroaree della Smart specialisation strategy (di cui alla DGR n. 1321 del 22 dicembre 2022).

Una stessa impresa può presentare una sola domanda di contributo. Le aziende che hanno fatto richiesta durante la prima edizione del bando nel 2023 possono partecipare solo nel caso in cui la domanda precedente sia stata respinta per motivi di inaccoglibilità/inammissibilità.

I progetti devono essere realizzati in unità locali ubicate sul territorio della Regione Liguria, che risultino regolarmente censite presso la Cciaa competente e nella piena disponibilità dell’impresa.

Inoltre, devono rispettare i seguenti requisiti:

  • essere realizzati e rendicontati entro il 31 ottobre 2024;
  • essere realizzati nell’ambito della sede operativa ubicata sul territorio ligure (a tale sede devono afferire tutte le spese richieste ad agevolazione);
  • avere un costo minimo ammissibile non inferiore a €. 10.000,00
  • almeno il 25 per cento del totale delle spese ammissibili deve afferire alla realizzazione di percorsi formativi.

Le iniziative ammesse dal bando possono essere rivolte a:

  1. Sostenere processi di sviluppo imprenditoriale attraverso l’acquisizione di competenze e conoscenze in ambito di gestione dell’impresa e dell’innovazione (riservate a start up e spin off);
  2. Sostenere processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale attraverso l’applicazione di una o più delle tecnologie abilitanti previste dal nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0;
  3. Sostenere processi di trasformazione “green” con particolare focus sull’adozione di modelli di economia circolare.

Le spese ammissibili, invece, sono:

  • Percorsi formativi negli ambiti a), b) e c);
  • Percorsi formativi negli ambiti digital (b) e green (c);
  • Attivazione di servizi specialistici;
  • Costi indiretti dell’operazione fino al 7% dei costi diretti ammissibili.

L’iniziativa può essere realizzata anche attraverso la combinazione di più tipologie di spese, fermo restando che almeno il 25 per cento del totale delle spese ammissibili deve afferire alla realizzazione di percorsi formativi.

La domanda potrà essere inoltrata accedendo al sistema «Bandi on line» dal sito www.filse.it
Dal 7 al 13 febbraio 2024 sarà attiva la modalità off-line, mentre i progetti potranno essere presentati dal 14 febbraio al 15 marzo 2024

Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina di riferimento sul sito Filse.

Check Also

Agenzia delle entrate, concorso per 470 addetti alla riscossione

L’Agenzia delle entrate ha indetto un nuovo concorso per l’assunzione di 470 addetti alla riscossione …

 

Si avvisa che gli uffici Unsic della sede nazionale rimarranno chiusi per la pausa estiva dal 12 agosto al 30 agosto 2024.

 

Le attività riprenderanno regolarmente lunedì 2 settembre 2024.