martedì , Luglio 23 2024
Home / Comunicazione / Bandi & Opportunità / Toscana, progetti di rilancio produttivo nei Comuni alluvionati

Toscana, progetti di rilancio produttivo nei Comuni alluvionati

A seguito dell’Accordo di programma stipulato con la Regione Toscana, il ministero delle Imprese e del Made in Italy (Mimit) ha fissato i termini di presentazione delle domande di agevolazione inerenti i progetti di rilancio delle attività produttive dei territori delle province di Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato, Massa-Carrara e Lucca colpiti dalle alluvioni di ottobre e novembre 2023, per i quali era stato deliberato lo stato di emergenza di rilievo nazionale.

L’obiettivo è promuovere la realizzazione di una o più iniziative imprenditoriali nei territori della Regione Toscana interessati dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 29 ottobre 2023, finalizzate al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all’attrazione di nuovi investimenti.

La misura prevede un finanziamento pari a 50 milioni di euro, da assegnare mediante il ricorso al regime di aiuto della L. 181/1989 volto alla salvaguardia dei livelli occupazionali e al recupero della capacità produttiva dei territori.

In base a quanto stabilito dalla L. 181/89, il bando è rivolto a imprese costituite in forma di società di capitali, società cooperative, società consortili e reti di imprese mediante il ricorso allo strumento del contratto di rete.

Sono ammesse alle agevolazioni iniziative che:

  • prevedano la realizzazione di programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione di processo e l’innovazione dell’organizzazione, progetti per la formazione del personale e, nel caso di programmi di investimento con spese ammissibili di importo superiore a 5 milioni di euro, progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, con spese complessive ammissibili non inferiori a 1 milione di euro; nel caso di programma d’investimento presentato nella forma del contratto di rete, i singoli programmi d’investimento delle imprese partecipanti alla rete devono prevedere spese ammissibili complessive non inferiori a 400.000,00 euro;
  • comportino un incremento degli addetti dell’unità produttiva oggetto del programma di investimento.

Le richieste di incentivi potranno essere inviate dalle ore 12.00 del 9 luglio alle ore 12.00 del 30 ottobre, le imprese potranno presentare allo sportello Invitalia, soggetto gestore della misura per conto del ministero.

Check Also

Agenzia delle entrate, concorso per 470 addetti alla riscossione

L’Agenzia delle entrate ha indetto un nuovo concorso per l’assunzione di 470 addetti alla riscossione …

 

Si avvisa che gli uffici Unsic della sede nazionale rimarranno chiusi per la pausa estiva dal 12 agosto al 30 agosto 2024.

 

Le attività riprenderanno regolarmente lunedì 2 settembre 2024.