mercoledì , Novembre 30 2022
Home / Comunicazione / Bandi & Opportunità / “Botteghe di mestiere e dell’innovazione”: tirocini in aziende e laboratori artigianali

“Botteghe di mestiere e dell’innovazione”: tirocini in aziende e laboratori artigianali

20160707_185123

L’Unsic Provinciale di Settore  di Cosenza con la collaborazione dell’Unsic Nazionale e del Presidente Domenico Mamone insieme in prima linea ed assegnataria nel bando denominato “Botteghe di mestiere e dell’innovazione”. Si tratta di tirocini in un’azienda o in un laboratorio artigianale per giovani tra 18 e 35 anni. Sei mesi per imparare tutti i segreti del mestiere con una borsa mensile di 500 euro. L’Unione nazionale sindacale imprenditori e coltivatori, sede Provinciale  di Settore Cosenza in collaborazione Unsic lavoro della Sede Nazionale coordinata da Francesca Gambini, quest’anno, oltre ad essere assegnataria di una bottega per il secondo bando consecutivo è anche soggetto promotore, di cui Italia lavoro è il soggetto titolare e  primario del progetto, finalizzato ad incentivare la trasmissione ai giovani di competenze specialistiche relative ai mestieri artigianali. «Favorire il ricambio generazionale nei settori tradizionali e la nascita di nuova imprenditoria: questa la finalità di Botteghe di mestiere, il progetto di Italia lavoro che abbiamo sposato – spiega il Carlo Franzisi, presidente Unsic provinciale di settore -. Nell’ambito dell’azione Amva (Apprendistato e mestieri a vocazione artigianale) sono previsti sostegni economici per il tutoraggio a giovani che vogliono acquisire capacità e competenze della tradizione italiana». La bottega denominata: Gusto e sapori della filiera Agroalimentare-Enogastronomia-Ristorazione prevede il seguente Percorso formativo; l’agroalimentare è il comparto economico più importante della Calabria; olive, arance, clementine, e da piante come il bergamotto e il cedro partono filiere di produzione, trasformazione e distribuzione che portano eccellenze alimentari sulla tavola del consumatore finale. E innumerevoli sono i dolci tipici (la famosa pignolata), i gelati (il tartufo di Pizzo), i tipi di pane (la pitta), frutto di una tradizione antica.
Per imparare un mestiere legato a questi sapori e a questa storia, è possibile fare domanda per svolgere un tirocinio in una delle aziende (pastifici, pasticcerie, panifici, aziende agricole, ristoranti e altro) che fanno parte della Bottega Gusti e Sapori, sotto la guida di un tutor imparando come è articolato il ciclo di produzione, quali sono le materie prime impiegate, il funzionamento delle attrezzature e dei macchinari. L’apprendimento sarà prima teorico; poi, grazie alla presenza in azienda e alla sperimentazione continua, verranno “svelati” i trucchi e i segreti dei mestieri di un settore in crescita, che offre importanti opportunità di lavoro. Le Aziende ospitanti sono: “Il Fusillo di Alice Stefano”, “l’Arte della pasta fatta a mano” DI Cozzolino Assunta, “Pasticceria Reda” di Reda Giovanni, “Pasticceria Gelateria Stilla”, “Abbruzzese Fiore”, “la Silana da Camillo”, “Ferraro Francesco”, “Distribuzione Bevande 1919”, “Bar The Stones Pub” e “Agribio Falcone”. Sempre in ragione della partnership con Italia lavoro come soggetto promotore ed assegnatario di una Bottega Mestiere, l’Unsic di  Provinciale di Settore  Cosenza, rappresentata da Franzisi, insieme al rappresentante per conto di Unsic Nazionale, Carlo Parrinello, hanno partecipato, dal 7 al 9 luglio all’edizione 2016 di Luci sul lavoro, la Summer school dei Centri per l’impiego di Montepulciano. Una tre giorni di convegni, interviste, spettacoli, concerti sul futuro dei Servizi per il lavoro: dal sistema informativo al ruolo dei privati, passando per la questione dei servizi da erogare a chi perde o cerca lavoro, alla presenza dei principali interlocutori istituzionali italiani e dei responsabili dei centri per l’impiego.

Check Also

Automotive: nuovi fondi a sostegno della filiera

Riaprono gli sportelli per gli incentivi al settore automotive. Dal 29 novembre le imprese della filiera potranno infatti …