martedì , Luglio 23 2024
Home / Comunicazione / Primo piano / De Rita sulle elezioni: “E’ stato un voto alle persone”

De Rita sulle elezioni: “E’ stato un voto alle persone”

Il professor Giuseppe De Rita

“Ho l’impressione che la gente abbia votato per Meloni, per Vannacci, per Tarquinio. Chi ha trovato una persona in cui identificarsi l’ha votata”. Così Giuseppe De Rita, 92 anni a luglio, fondatore del Censis nonché ex presidente del Cnel, commenta le elezioni europee in un’intervista al quotidiano Avvenire.

“Chi esulta per esser stato eletto, o per aver vinto le elezioni, farebbe meglio ad interrogarsi sul perché è stato votato da alcuni, mentre la maggioranza delle persone ha disertato le urne – ammonisce il fine osservatore della società italiana che, in chiave europea, ha fatto parte della delegazione dei trattati di Roma del 1957.

“L’Europa ha vissuto due fase – continua De Rita. “La prima, quella della sua fondazione, ha visto come protagonisti i cattolici fra i padri fondatori, ed è stata una fase di grande visione politica. Poi c’è stata una stagione contrassegnata dai burocrati, ma anch’essa ha prodotto dei risultati, almeno limitatamente all’aspetto economico. Ora è richiesta una nuova fase ‘politica’ per offrire le risposte che la questione ucraina, quella del Medio Oriente richiedono. Per un progetto del genere occorrerebbero degli statisti, l’Italia avrebbe dovuto schierare le sue forze migliori, invece i politici si sono messi in lista solo per acchiappare voti, con obiettivi prettamente domestici, di prendere un voto più dell’altro nell’ottica di quella politica personalistica e senza visione”.

Parola di esperto.

Check Also

Tutte le novità del decreto salva-Casa

Con 155 sì, 79 no e 9 astenuti, è stato approvato nei giorni scorsi alla …

 

Si avvisa che gli uffici Unsic della sede nazionale rimarranno chiusi per la pausa estiva dal 12 agosto al 30 agosto 2024.

 

Le attività riprenderanno regolarmente lunedì 2 settembre 2024.