sabato , Dicembre 5 2020
Home / Comunicazione / Primo piano / Fondo Ristorazione, da mille a 10mila euro: ecco come richiedere il contributo

Fondo Ristorazione, da mille a 10mila euro: ecco come richiedere il contributo

fondo ristorazione

È attivo il Fondo Ristorazione per sostenere il mondo dell’ho.re.ca. e della filiera agroalimentare stanziando 600 milioni di euro. Nello specifico il fondo concede la possibilità a ristoranti, pizzerie, mense, servizi di catering, agriturismi e alberghi con somministrazione di cibo di richiedere contributi a fondo perduto da un minimo di mille fino a un massimo di 10 mila euro per l’acquisto di prodotti 100% Made in Italy.
Le domande possono essere presentate di persona presso gli Uffici postalioppure online, collegandosi al sito www.portaleristorazione.it, attivo a partire dal 15 novembre fino al 28 novembre 2020.

Per venire incontro ai alle domande degli imprenditore il ministero ha predisposto una serie di Faq, di delucidazioni, per rendere più accessibile la fruizione del sostegno. Vediamo di seguito alcune di queste:

A quanto ammonta il contributo per ogni impresa richiedente?

Il contributo va da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 10.000 euro, Iva esclusa. Se le richieste saranno superiori alle risorse stanziate, queste saranno distribuite fra i richiedenti in misura percentualmente proporzionale.

Cosa si intende per prodotto “prioritario”?

Sono considerati prioritari gli acquisti di prodotti DOP e IGP e di prodotti ad alto rischio di spreco. Entrambi sono riportati nella tabella prodotti con il Codice Categoria Valorizzazione del Territorio i primi con codice DOCIGP, i secondi con codice che inizia per RS (Rischio Spreco). Per maggiori dettagli consulta le istruzioni alla compilazione.

Il rimborso viene erogato in una o più tranche?

Il rimborso verrà erogato con un anticipo del 90% e il saldo del 10% dopo aver presentato le quietanze di pagamento.

Chi può richiedere il contributo?

Possono accedere al contributo le imprese con codice ATECO prevalente definito dal Decreto Ministeriale dichiaranti che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2020 sia inferiore ai tre quarti dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2019. Questo criterio non si applica alle aziende che hanno avviato l’attività a decorrere dal 1° gennaio 2019.

Di quali documenti ho bisogno per presentare la domanda da Ufficio Postale?

Consulta questa sezione per leggere la lista dei documenti necessari- Leggi di più

Posso acquistare qualsiasi tipo di prodotto agroalimentare?

Consulta questa sezione per conoscere i prodotti che rientrano nel Fondo Ristorazione- Leggi di più

Se acquisto latte, vino DOP e pasta queste sono tre tipologie di prodotto?

Si. Per tipologia di prodotto si intende la categoria merceologica.

Cosa si intende per prodotti a vendita diretta?

Sono i prodotti agroalimentari prodotti e venduti direttamente dall’azienda agricola come previsto dal Decreto Legislativo n. 228 del 18 maggio 2001 articolo 4.

Quali sono le informazioni previste nel modulo di domanda?

Il modulo si compone di quattro sezioni:
– dati identificativi dell’impresa e anagrafici del rappresentante legale;
– perdita di fatturato;
– prodotti acquistati;
– sottoscrizione dichiarazioni.
Per maggiori dettagli consulta le istruzioni alla compilazione.

Cosa si intende per prodotto “principale”?

Per prodotto principale s’intende la categoria di prodotto (es vino, latte, prodotti di salumeria, carni) che ha generato la spesa maggiore; non deve superare il 50% della spesa totale massima ammissibile, quindi mai superiore a 5.000€. Per maggiori dettagli consulta le istruzioni alla compilazione.

Quali sono gli acquisti per cui può essere richiesto il contributo?

Il contributo è riconosciuto per gli acquisti, effettuati dopo il 14 agosto 2020 e comprovati da idonea documentazione fiscale, di prodotti di filiere agricole e alimentari, inclusi quelli vitivinicoli, anche DOP e IGP, valorizzando la materia prima di territorio. Per prodotti di filiere alimentari si intendono anche i prodotti della pesca e dell’acquacoltura.

Ci sarà un click day?

No, in quanto l’ordine di presentazione non dà diritto ad alcuna precedenza sulla erogazione del contributo. Prenditi il tempo necessario al recupero della documentazione richiesta prima di presentare la domanda.

Check Also

dpcm

Nuovo Dpcm, tutte le regole per le festività: ecco cosa si può fare

Approvato ieri il nuovo  Decreto del presidente del Consiglio con le regole per la gestione …