giovedì , Ottobre 21 2021
Home / Comunicazione / Primo piano / Incontro Unsic-Ismea, proposte di lavoro a supporto delle imprese agricole

Incontro Unsic-Ismea, proposte di lavoro a supporto delle imprese agricole

Il professor Angelo Frascarelli (Ismea) e il dottor Domenico Mamone (Unsic)

Due realtà diverse che condividono, tuttavia, numerosi obiettivi comuni. L’incontro tra il neo presidente di Ismea, Angelo Frascarelli ed il presidente di Unsic Domenico Mamone, svoltosi nei giorni scorsi presso la sede di Ismea in viale Liegi a Roma, ha confermato la comunità d’intenti delle due organizzazioni impegnate sul fronte del supporto al sistema produttivo agricolo.

Tanti gli argomenti toccati durante la visita di Mamone all’Istituto di servizi per i mercati agricoli, a cominciare dagli strumenti e dalle competenze già presenti in Ismea che possono essere integrati per offrire soluzioni semplificative all’attuazione dei programmi di sviluppo regionale e alle scelte imprenditoriali maggiormente orientate alle novità introdotte nella futura Pac post 2023. Si tratta di servizi specifici a supporto della pubblica amministrazione, nella gestione delle misure di aiuto nazionali e regionali, come delle imprese per una rinnovata progettualità orientata agli indirizzi della nuova Pac; strumenti che possono esprimere nuove potenzialità anche attraverso l’utilizzo delle funzionalità previste dal Sian.

Un momento importante di discussione è stato dedicato alla misura per l’insediamento di giovani in agricoltura, ex “cassa per la formazione della piccola proprietà contadina” di cui all’articolo 9 del decreto legislativo n. 121/1948, in quanto strumento di riordino fondiario finalizzato alla costituzione di efficienti imprese agricole condotte da coltivatori diretti/imprenditori agricoli professionali, principalmente attraverso l’incremento delle dimensioni aziendali. La misura agevolativa attuata da Ismea è risultata essere di grande interesse per il settore imprenditoriale in quanto attualmente rappresenta l’unico strumento agevolativo che favorisce l’acquisto di terreni agricoli da parte di giovani agricoltori under 40.

Mamone e Frascarelli hanno analizzato insieme i punti di forza e debolezza di questo importante strumento gestito da Ismea, proponendo nuove prospettive di revisione, al fine di un miglioramento ed efficientamento della misura agevolativa giovanile.

Ulteriori questioni trattate nel corso dell’interessante incontro: il funzionamento della banca nazionale delle terre e la gestione degli strumenti per l’imprenditoria femminile agricoltura.

Al termine del confronto, Mamone ha consegnato a Frascarelli un documento con le specifiche proposte di Unsic per lo sviluppo di strumenti innovativi (assicurativi e finanziari) al servizio della pubblica amministrazione e delle imprese del comparto agricolo e agroalimentare. Entrambi i presidenti hanno quindi espresso la loro soddisfazione sull’esito dell’incontro, impegnandosi, nell’interesse comune, a collaborare nel prossimo futuro, nelle forme e modalità più opportune.

Check Also

contributi

Contributi a fondo perduto per i soggetti con ricavi 2019 fra 10 e 15 mln

C’è tempo fino al prossimo 13 dicembre per inviare la domanda e accedere al contributo …