venerdì , Agosto 19 2022
Home / Comunicazione / Roccastrada, il cuore della Maremma

Roccastrada, il cuore della Maremma

ROCCASTRADA - PanoramaRoccastrada, in provincia di Grosseto, costituisce, con il suo territorio, una delle aree più importanti della Maremma. La corona dei paesi che lo compongono guarda la costa e fa da ponte tra i boschi dell’interno, le testimonianze medievali e la pianura bonificata. L’influenza culturale senese si fonde con le tradizioni contadine e operaie cresciute in un’economia caratterizzata dal settore minerario e manifatturiero. Medioevo e beni storici, storie di lotte sociali, agricoltura di nicchia con prodotti di qualità, sfruttamento del bosco, e, solo recentemente, turismo, costituiscono le peculiarità di una comunità riservata e attenta che accoglie e racchiude.

LE ROCCHE, IL COLLESE E LE TERRAZZE PANORAMICHE
Nel punto più alto di Roccastrada si trovano il Castello e una serie di terrazze panoramiche di grande fascino, a cui si giunge percorrendo vicoli stretti, che spesso si aprono in affacci improvvisi sui tetti più in basso e sulla piana che scende verso il mare.

LA CHIESA DI SAN NICCOLÒ
E’ menzionata per la prima volta nelle Rationes Decimarum del 1275-76 e assume un ruolo importante nel corso del 1300. La sua pianta a croce latina senza abside è il sofisticato risultato di una lunga serie di successivi ampliamenti, rimaneggiamenti e restauri.

IL MUSEO DELLA VITE E DEL VINO
Allestito all’interno di una vecchia cantina su due livelli scavata nella roccia. Racconta la storia dell’attività vinicola locale. Roccastrada è area di produzione della Doc Monteregio di Massa Marittima.

IL TEATRO DEI CONCORDI
Al n. 53 di via Roma sorge l’attuale Teatro Comunale dei Concordi: attivo fin dalla fine dell’Ottocento, più volte restaurato nell’aspetto come nella funzione, ospita oggi spettacoli, concerti e rassegne di artisti sia locali che di livello nazionale.

LA PIEVE DI GIUGNANO
Di questo grande insediamento resta la cripta, in proprietà privata, unica testimonianza superstite della Chiesa romanica e del monastero. Anche il mulino è inserito in un fabbricato privato.

ROCCASTRADA - Torre_dell'orologioI CASTELLI CIVITELLA, LITIANO, FORNOLI, TORRI
Il territorio di Roccastrada è caratterizzato da un paesaggio intensamente incastellato, con numerosi insediamenti fortificati tutti databili nel periodo compreso tra il XI e XIII secolo. Di questi molti sono oggi ruderi e, a parte il famoso Sassoforte, sono sconosciuti o dimenticati: ormai nascosti dalla macchia, i castelli di Civitella, Litiano, Fornoli e Torri, tutti distrutti dal Comune di Siena nella sua prima fase di espansione in Maremma, sono comunque affascinanti da scoprire e visitare.

IL PARCO NAZIONALE DELLE COLLINE METALLIFERE
(www.parcocollinemetallifere.it)
Roccastrada è inserita nel Parco Nazionale delle Colline Metallifere, uno dei primi a carattere tematico istituiti in Italia, per la sua natura multitematica costituisce un’esperienza difficilmente riscontrabile altrove. Il territorio del Parco si estende complessivamente su una superficie di 25mila ettari e comprende 34 siti, e abbraccia sette comuni a Nord della provincia di Grosseto: Follonica, Gavorrano, Massa Marittima, Montieri, Monterotondo Marittimo, Roccastrada e Scarlino.

VERSO IL MARE
La costa della Maremma si distende di fronte ai paesi di Roccastrada. In genere è raggiungibile agevolmente in auto con percorsi che vanno dai 30 ai 45 minuti. Consigliamo quattro spiagge da sud a nord:

Marina di Alberese. Nel Parco regionale della Maremma, il litorale è affascinante e racchiude un tratto di costa selvaggia e incontaminata. In estate il sistema più semplice è recarsi al centro visita del Parco ad Alberese e da lì prendere il bus navetta che arriva fino al mare. Una volta giunti troverete a destra la foce dell’Ombrone e a sinistra la spiaggia di Collelungo;

Marina di Grosseto – Fiumara. La spiaggia libera di Fiumara è nel tratto compreso tra Marina di Grosseto e Castiglione della Pescaia. Il bivio si trova a sinistra prima del canale San Leopoldo a pochi chilometri da Marina. Da lì si dirama una strada nella pineta costiera fino al mare;

Punta Ala – Cala Civette. Collocata tra il Puntone di Scarlino e Punta Ala. Cala Civette si raggiunge (da Sud) dalla spiaggia di Punta Ala guadando la foce del piccolo fi ume Alma. Dalla Strada delle Collacchie (SP158) tra Follonica e Castiglione della Pescaia, in località Pian d’Alma svoltare in direzione Punta Ala. Dopo poco più di 3 km svoltare a destra in direzione dei campeggi e percorrere la strada per 1,3 km. Siamo sull’argine dell’Alma lo percorriamo sin quasi alla foce, guadiamo il fi ume e percorsi circa 300 metri di scogliera inizia Cala Civette.

Scarlino – Cala Violina. E’ una delle spiagge più belle della costa nord della Maremma. Situata tra Punta Ala e Puntone si raggiunge (da sud) percorrendo la strada costiera che unisce Castiglione della Pescaia a Follonica e dopo il bivio per Punta Ala e prima di località il Puntone girando a sinistra verso il parcheggio di Cala Violina. Percorso un tratto di strada a sterro e posteggiata l’auto, la spiaggia si raggiunge dopo una passeggiata di 15 minuti nel bosco costiero.

VERSO LA MONTAGNA
L’Amiata è la montagna più vicina e facilmente raggiungibile (circa 45 minuti). Ha conservato peculiarità e un fascino speciale. Per raggiungere i paesi che ne popolano le pendici da Roccastrada è sufficiente recarsi a Paganico e imboccare la strada del Cipressino, unica direttrice che collega la pianura al monte. I paesi da Arcidosso a Santa Fiora, da Castel del Piano a Seggiano, Roccalbegna, Semproniano e Castell’Azzara, hanno tutti caratteristiche interessanti dal punto di vista storico, naturalistico e di tradizioni locali.

FESTE TRADIZIONALI

RIBOLLA

Sagra della Ribollita. Tra fine luglio e inizio agosto.

Sagra della Zuppa di Pane (località Pian del Bichi). Ad inizio settembre.

La miniera a Memoria. Nella settimana del 4 maggio commemorazione della tragedia del 1954 e serie di eventi culturali e spettacoli per ricordare il passato minerario del paese.

Improvvisar Cantando. Ad aprile. Incontro di poesia estemporanea.

Santa Barbara. 4 dicembre. Giornata dedicata a Santa Barbara, festeggiata con eventi culturali.

Giornata Nazionale delle Tradizioni Popolari. 13 dicembre, con gruppi di canto popolare e poeti estemporanei.

ROCCASTRADA

Settembre Roccastradino. Nella prima metà di settembre. Durante la festa che dura più di dieci giorni si svolge anche il Palio Umoristico dei Ciuchi, Giornata del Cavallo e i fuochi d’artificio.

Sagra della Patata. Fine luglio.

Festa dell’Aia. Seconda metà di luglio. Riproposta la tradizione della trebbiatura nell’aia

SASSOFORTINO

Sagra del maccherone. Tra fine luglio e inizio agosto.

Sagra della Castagna. Tra fine ottobre e inizio novembre.

MONTEMASSI

ROCCASTRADA - Montemassi

Quadri viventi. Una giornata a maggio. Una serie di opere viventi messe in scena dai paesani nel borgo con un rispetto meticoloso dei quadri originali.

ROCCATEDERIGHI

Medioevo nel Borgo. Inizio agosto. Festa medievale con rievocazioni storiche in costume, mestieri e botteghe artigianali, musici itineranti e spettacoli di piazza, combattimenti.

Palio storico dei Ciuchi. Il 14 agosto. Il Palio è preceduto dal Corteo Storico e dall’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini.

Mostra La Rocca. Tra metà giugno e agosto. Rassegna di opere d’arte contemporanea, ed eventi culturali conferenze, dibattiti, concerti.

STICCIANO SCALO

Sagra degli strozzapreti. Fine giugno / inizio luglio.

ROCCASTRADA - Roccatederighi
Roccatederighi

Medioevo nel Borgo inizio agosto.

Check Also

Gallese (Viterbo), dal 7 al 10 agosto la Festa di San Famiano

La Festa di San Famiano è la celebrazione in onore del Patrono dell’antica Città di …