giovedì , Giugno 13 2024
Home / Archivio notizie / Oltre frontiera / Los Angeles: una mostra omaggio a Gianfranco Ferrè

Los Angeles: una mostra omaggio a Gianfranco Ferrè

In mostra all’Istituto italiano di Cultura di Los Angeles un pezzo della storia della moda italiana nell’esposizione “Gianfranco Ferré. Design Principles”, curata dal Centro di ricerca Gianfranco Ferré del Politecnico di Milano costituito a dicembre 2021 a seguito della donazione della famiglia Ferré.

L’esposizione esplora l’approccio unico di Gianfranco Ferré attraverso una selezione di disegni e di capi iconici, offrendo al visitatore un’esperienza immersiva arricchita dalla connessione digitale con l’archivio Ferré attraverso immagini e video che approfondiscono il racconto stesso della mostra.

Nel drawings wall i disegni dello stilista accompagnano il pubblico in un viaggio alla scoperta della visione del fashion design di Ferré, inteso come processo dinamico frutto di continua ricerca di sintesi tra arte e scienza. I disegni sono raggruppati in sezioni tematiche (il corpo, la materia, il colore, il dettaglio, il volume, il movimento) lungo un itinerario in cui i principi del design si materializzano nelle infinite variazioni sull’archetipo della camicia bianca: vera e propria icona dell’opera creativa dello stilista. Un capo familiare che partecipa nel nostro quotidiano rispondendo alle esigenze del vivere contemporaneo, ma che allo stesso tempo rappresenta una pagina bianca da manipolare e trasformare attraverso l’infinito afflato creativo del fashion designer.

La mostra aperta fino al 15 maggio è stata inaugurata alla presenza della console generale d’Italia a Los Angeles, Silvia Chiave, del direttore dell’Istituto italiano di Cultura di Los Angeles, Emanuele Amendola, e delle curatrici della mostra Paola Bertola e Rita Airaghi, con l’intervento di Dennita Sewell, docente dell’Arizona State University, esperta di moda e già curatrice di altre mostre sullo stilista lombardo.

Gianfranco Ferré (1944 –2007) si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano nel 1969. Uno dei grandi maestri della moda italiana, si distingue per il suo approccio unico al design. Attingendo dall’eredità della composizione architettonica, ha fuso un rigoroso processo tecnico con una ricca poetica, costruendo un linguaggio originale lungo quelle due dimensioni che Blaise Pascal aveva definito esprit the géométrie (cioè conoscenza geometrica) ed esprit de finesse (cioè conoscenza artistica).

Check Also

Catalogna, dichiarato lo stato di emergenza per siccità

È una siccità senza precedenti quella che sta colpendo la Catalogna, tanto che ieri, 1° …